Home » Articles » UNESCO. Ramzy Baroud: Gerusalemme Est è occupata illegalmente

UNESCO. Ramzy Baroud: Gerusalemme Est è occupata illegalmente

Filed under Articles, Palestine/Israel

Chissà se, prima di lasciarsi andare a un immotivato accesso di rabbia, il Presidente del Consiglio Italiano Matteo Renzi avrà letto il testo integrale della risoluzione UNESCO su Palestina e Israele? E’ questa la domanda dell’analista Ramzy Baroud

di Ramzy Baroud*

Roma, 27 ottobre 2016, Nena News – Chissà se, prima di lasciarsi andare a un immotivato accesso di rabbia, il Presidente del Consiglio Italiano Matteo Renzi avrà letto il testo integrale della risoluzione UNESCO su Palestina e Israele? “È stato fatto un errore, la risoluzione è allucinante,” ha dichiarato.

“Non si può continuare con queste mozioni, una volta all’Onu, una volta all’Unesco contro Israele. Ho chiesto espressamente ai nostri di smetterla con queste posizioni  (si riferisce all’astensione da parte del suo Paese). Se c’è da rompere su questo l’unità europea che si rompa”, ha aggiunto. Renzi, diventato Primo Ministro dal 2014 a 39 anni, sa esattamente come funzionano le cose. Per entrare nelle grazie di Washington, deve prima accattivarsi le simpatie di Tel Aviv.

Il 12 ottobre, l’Italia si era astenuta su una risoluzione per la condanna delle violazioni perpetrate da Israele a Gerusalemme Est Occupata. Una decisione che ha scatenato le ire di Ofer Zaks, Ambasciatore Israeliano a Roma, che ha incitato la comunità ebraica in Italia alla protesta. Renzi, a sua volta, si è trasformato nel paladino del “Monte del Tempio”, il nome che Israele usa per descrivere il sito sacro Palestinese e musulmano.

Vigliaccamente, si è messo sulla difensiva senza comprendere appieno la natura della risoluzione, che condannava solo le palesi violazioni del diritto internazionale perpetrate da Israele e chiedeva il rispetto degli elementi della cultura palestinese nella città occupata.

La risoluzione (che ha raccolto il voto favorevole di 24 paesi ed è stata respinta da 6 paesi, con 26 astenuti) non viola nessun protocollo ed è assolutamente coerente con le norme di diritto internazionale. L’UNESCO non ha fatto altro che il suo lavoro: tentare di proteggere e preservare il patrimonio storico e culturale nel mondo.

Gerusalemme è una città sacra per larga parte dell’umanità, semplicemente perché ha un valore spirituale per i fedeli delle tre grandi religioni monoteiste. Questo è, infatti, quanto contenuto nella risoluzione:

[…]

– UNESCO. Ramzy Baroud: Gerusalemme Est è occupata illegalmente – traduzione di Romana Rubeo; Nena News Agency, Italy.